La parabola dell’Harlem Shake. Cosa succede se un brand sposa un meme?

I Brand stravolgono le loro tecniche comunicative sposando sempre più il linguaggio popolare alla ricerca di un’interazione con il proprio target che sia impregnata il più possibile di genuinità. I Brand cedono al richiamo dei tormentoni perché si sentono ormai parte di una realtà, quella web, quella dei social e dei video, dalla quale non possono mancare.

L’Harlem Shake nella sua semplicità supera frontiere linguistiche e culturali, rendendo possibile il contatto tra realtà diversissime fra loro e creando un messaggio immediatamente comprensibile da ogni persona nel web. Questo è alla base del grande successo che il meme sta riscuotendo nella rete da quasi 3 mesi e che si arresterà soltanto quando YouTube sarà invaso da un nuovo fenomeno.

I brand che vogliono vantare una strategia veramente social saranno sempre più presenti all’interno di fenomeni come questo; era già avvenuto anche con Call Me Maybe e Gangnam Style. Ma l’Harlem Shake, grazie alla sua semplicità e versatilità, spezza qualsiasi barriera e chiama in campo a ripetere il proprio balletto chiunque abbia voglia di divertirsi e diventare famoso: una ghiotta occasione per singoli, gruppi di amici ma anche famosissimi brand.

I seguenti sono alcuni dei motivi che possono portare alla decisione, da parte di un brand, di prendere parte al fenomeno dell’Harlem Shake:

  • ritorno in termini di visibilità;
  • dimostrazione della propria capacità di comprendere i meccanismi del mondo di internet, in particolare quello della socialità online;
  • creazione di avvicinamento/identificazione con il proprio target.
La produzione del video non sempre è stata frutto di una strategia aziendale ma è nata spesso da un progetto spontaneo dei dipendenti dell’azienda, che in alcuni casi ha portato ad Harlem Shake non autorizzati e bruscamente ritirati da YouTube.

Leggi anche una lista di 10 Harlem Shake di successo realizzati dai brand: si parte da quello realizzato da Fox per una puntata dei Simpson per arrivare al nostrano Harlem Shake juventino, campione di visualizzazioni e condivisioni in tutto il mondo, passando per le celebri versioni di Facebook e Google!


Warning: array_filter() expects parameter 1 to be array, string given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 925

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 1007

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 1007

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 1007

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 1007

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

CONDIVISIONI