Commentare con Google Plus ed è rivoluzione su YouTube

Tutto comincia alla fine di Settembre quando YouTube, tramite il blog ufficiale, annuncia che arriverà presto un migliore sistema di commenti che utilizza le identità di Google+. I commenti di YouTube potranno così usufruire di tutte le opzioni che è possibile  già utilizzare nei commenti di Google+ come gli hashtag, le citazioni di altri utenti, l’inserimento dei link e la formattazione.

Oggi che questi nuovi commenti sono stati effettivamente implementati notiamo anche altre caratteristiche: innanzitutto viene a decadere il limite di 500 caratteri che prima si applicava ai commenti di YouTube mentre per quanto riguarda i link scopriamo che è possibile linkare sia risorse interne a YouTube che esterne.

commento-con-link

Nel caso di link ad un video di YouTube, il link sarà trasformato nel titolo del video stesso. Un ottimo modo per far circolare il proprio video fra gli utenti della community, presentandolo sotto una vesta invitante: il titolo! Nella rete già imperversa il terrore che queste nuove opzioni, anziché essere sfruttare in maniera costruttiva, portino alla generazione di uno spam incontrollabile ma per arginare questo problema YouTube offre anche nuovi strumenti di moderazione. Basteranno?

Gli strumenti di moderazione sono presenti sia nella specifica scheda all’interno dell’account che sotto ad ogni video.

moderazione-sotto-commenti

Queste le possibilità se agiamo direttamente sotto il commento di un nostro video: rimuoverlo, segnalare un abuso a YouTube, disattivarlo ed escluderlo dal canale.

Disattivando il commento, questo non sarà più visibile sotto il video ma solo per noi, quindi non sarà eliminato ed altri utenti potranno visualizzarlo e rispondere. L’esclusione dal canale invece comporta una conseguenza più seria, l’utente verrà aggiunto alla black list del canale.

moderazione-commenti

Escludendo dal canale un utente verrà automaticamente aggiunto alla lista Utenti esclusi che non potranno più commentare i nostri video e che troviamo all’interno della Impostazioni dei commenti. Gli Utenti approvati invece hanno il privilegio di poter inserire nei loro commenti anche le parole che abbiamo selezionato per la Lista nera, le parole impronunciabili che rischierebbero di rovinare le conversazioni sotto i nostri video. Strumenti questi che prima non avevamo e che permetteranno sicuramente di tenere più pulita la sezione dei commenti, favorendo lo sviluppo di conversazioni costruttive.

Il filtro spam è automatico è individuerà commenti sospetti o commenti che contengono le parole da noi segnalate:

Se qualcuno lascia un commento che potrebbe trattarsi di spam, verrai avvisato da un banner di colore blu sul canale o sul video. Puoi quindi esaminare questi commenti per eliminarli o approvarli qualora non si trattasse di spam. Guida

Questa sembra una delle novità che piace di più alla community, di converso il nuovo ordine con il quale i commenti sotto ai video vengono presentati genera molte perplessità.

Se prima i commenti venivano ordinati in base alle votazioni che ricevevano (pollici in su, pollici in giù), adesso entrano in gioco altri criteri di popolarità che determinano quale commento mettere in cima:

  • appartenenza del commentatore alle nostre cerchie;
  • presenza di commenti di canali verificati;
  • quanto il commentatore è attivo all’interno della community;
  • i voti ricevuti nei precedenti commenti;
  • la reputazione del commentatore.

YouTube ci dice che in questo modo vuole aiutarci ad individuare subito le “conversazioni che ci interessano”; inoltre questi accorgimenti dovrebbero nel tempo scoraggiare i troll e garantire delle conversazioni più stimolanti. Si passa quindi da un voto di maggioranza (i pollici) ad una classificazione secondo criteri elitari che privilegiano gli account più forti o quelli amici rispetto al resto degli account – anche perché YouTube ha deciso che l’ordinamento per popolarità sarà quello di default!

Fortunatamente abbiamo una scappatoia e se vogliamo vedere anche commenti della community che non siano stati selezionati per popolarità, possiamo ordinare i commenti per data di pubblicazione.

commenti-recenti

Una notizia spiacevole è che ai vecchi commenti, quelli pubblicati prima dell’introduzione del nuovo sistema, non si può né rispondere né inserire una valutazione. Insomma, tutti i pollici inseriti negli ultimi anni sono improvvisamente svaniti.

Credo che ciò sia stato necessario almeno per due motivi: per i già citati nuovi criteri di popolarità e perché adesso, essendo ogni commentatore identificato tramite Google Plus si è trasformato automaticamente in una nuova identità rispetto al canale di prima. Non si può perciò interagire con canali che in un certo senso non esistono più a causa della radicale trasformazione di questi giorni. Infatti ora un canale o si lega ad un profilo o pagina Google+, oppure non può esistere. Si tratta proprio di due entità diverse… anche se molti avevano già effettuato il collegamento prima dell’arrivo del nuovo sistema di commenti. In ogni caso se abbiamo la necessità di rispondere ad un vecchio momento, possiamo provare a menzionare l’autore.

L’impossibilità di rispondere ad alcuni commenti ha generato molti fraintendimenti perché non è soltanto ai vecchi commenti che non si può rispondere ma anche ai nuovi! Dipende dalle nostre impostazioni di Google+.

Se vogliamo che tutti possano rispondere ai nostri commenti di YouTube dobbiamo assicurarci di avere settato su “Chiunque” alcune impostazioni relative ai post di Google Plus.

impostazioni-googleplus

Cambiando i commenti ovviamente cambia anche il sistema di notifiche dei commenti. Dimenticate la vecchia cara Inbox, adesso le notifiche dei commenti si trovano insieme a tutte le altre notifiche di Google+ ed anche la community di YouTube ha dovuto cominciare a fare i conti con la campanella di Google+ che sembra ancora non soddisfare tutti, pare che i commenti si perdano e siano troppo confusionari. Io preferirei, oltre alle schede già esistenti nella pagina delle notifiche di Google+, una scheda dedicata solo ai commenti che ricevo sotto i video del canale YouTube. Voi cosa ne pensate? Io credo che aiuterebbe a diminuire le difficoltà.

Anche l’idea di creare messaggi privati sotto un video pubblico confonde un po’. Eh già, non è semplice immaginare di commentare un video solo con una persona e pensare che nessun altro possa poi leggere quello che abbiamo scritto mentre noi avremo traccia di quella conversazione sia all’interno delle notifiche, sia ogni volta che ci recheremo su quel video.

Schermata 11-2456604 alle 17.20.56

Parliamo di viralità

Al di là dell’ovvia constatazione di un aumento dei commenti in questi primi giorni di assestamento dovuti alla curiosità, in questo nuovo sistema esistono dei meccanismi che sono potenzialmente molto virali:

  • se non si deseleziona l’apposita casella, nel momento in cui si commenta il video viene condiviso anche nell’account di Google Plus rendendolo visibile a tutti coloro che hanno inserito il commentatore nelle cerchie;
  • possibilità di citazione e organizzazione in thread rendono molto più semplice l’allungarsi e l’intensificarsi della conversazione;
  • la collocazione in cima dei commenti dei nostri accerchiati facilità l’aggiunta di commenti da parte degli utenti che diventano più propensi a commentare;
  • i commenti che vengono effettuati sotto un post di Google Plus che condivide un video, compariranno anche su YouTube tra i commenti del video stesso;
  • la presenza della scheda Community per coloro che hanno più di 2000 iscritti rende semplicissimo per il proprietario creare cerchie dei propri iscritti e intavolare conversazioni con loro.

Questi ed altri stratagemmi, che assaporeremo meglio nel tempo, stanno già facendo vedere i loro primi frutti portando conversazioni che sarebbero state relegate su un profilo Google Plus ad assumere una visibilità prima non pensabile, che può essere comparata a quella che si raggiunge entrando a far parte degli Hot di Google+ (anche se video da migliaia di views forse ottengono ancora più visite che gli Hot di Google+). Insomma si tratta sicuramente di un gioco interessante come quello in cui si è ritrovato coinvolto l’amico Giuseppe D’Elia che semplicemente condividendo un video sul suo profilo, si è trovato quasi 70 commenti, anche piuttosto difficili da moderare.

Voi cosa ne pensate?

Avete voglia di spegnere Google+ e far tornare tutto come era prima oppure state cominciando ad apprezzare il nuovo sistema dei commenti?
Molti stanno già pensando che con questa unione, presto Google+ potrà realmente competere con Facebook. Lo credete anche voi?

Sicuramente ogni volta che YouTube realizza un grosso cambiamento sulla piattaforma si formano le due correnti di apocalittici ed integrati, dando spesso luogo a creazioni originali come il video di Emma Blackery che è diventato subito un tormentone.

Ti sei perso qualche passaggio dell’unione tra Google+ e YouTube? Non è un problema, l’articolo YouTube e Google Plus: una piccola storia dell’unione e le nuove funzionalità ti aiuterà a comprenderne l’evoluzione.

4 Commenti “Commentare con Google Plus ed è rivoluzione su YouTube

Renata
aprile 23, 2016 a 9:53 am

da giorni non vengono visualizzati i commenti sotto ai video in youtube.
come fare? Heeelp!

Rispondi
Henry
dicembre 22, 2015 a 1:53 pm

Codesto articolo è realmente scritto bene, come l’intero sito (http://www.tuttosuyoutube.it) .

Son un lettore, a presto.

scopri codesto sito web

Rispondi
jacques
gennaio 7, 2015 a 9:15 am

Buonasera, mi scusi per questo messaggio inaspettato, ma io testimonianza a favore del signor Jacques Besselièvre
Ero alla ricerca di un prestito e mi sono imbattuto in istituti di credito falsi che truffato me e un amico m ‘ha visitato e ho spiegato la situazione e lei mi ha detto un indirizzo
Jacques Besselièvre .Al all’inizio quando ho iniziato con Jacques Besselièvre ho pensato che questa era anche la truffa e non avevo pensato, ma la mia curiosità mi ha spinto a continuare.
Quando ho incontrato le sue condizioni e seguire questi passi vi assicuro che ho ricevuto nelle mie mani il mio prestito così si prega di chiamare per un vero e proprio prestito ed evitare qualsiasi contatto
nulla per favore. Vi lascio il suo indirizzo email e quando si sarà in contatto con lei gli dico che è da me. mail: jacquesbesselievre@hotmail.com
Rende prestito da 10.000 € 100.000 € 000 ad un tasso del 2%.
Contattare -la se hai bisogno in jacquesbesselievre@hotmail.com
Se avete domande, io sono pronto a spiegare come ho provveduto a ottenere rapidamente questo prestito a tempo di record.
  (Investimenti o prestiti); Essa vi aiuterà se soddisfatto della tua onestà.
Grazie per la vostra comprensione

Rispondi
SimoC
gennaio 23, 2014 a 8:20 pm

E la privacy va a fare in …. Eppure un commento senza che poi tutti abbiano accesso ad ogni mio dato personale, vorrei poterlo fare anche io. Odio il modo in cui la rete si sta evolvendo (involvendo). Idiocracy diverrà presto realtà. Che tristezza, dove sono i cari vecchi nerd, quelli che del cervello sapevano che farsene? Siamo invasi dai bimbiminkia e da internauti che comunicano al mondo anche quante volte vanno al cesso. Abbasso il nuovo youtube. Abbasso google e quei buffoni che lo hanno fondato.

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

CONDIVISIONI