febbraio 18, 2014

Hangouts on Air, Hangouts in diretta: come funzionano e come promuoverli con Google+?

google-hangouts

Fare un hangout equivale a fare un vero e proprio evento online: una possibilità che Hangout ha reso disponibile in mainstream, gratuitamente e con l’incredibile semplicità di utilizzo che caratterizza i prodotti di Google. Un mezzo estremamente interessante che ci permette di ripensare la comunicazione e la collaborazione online, aprendo nuovi scenari, ghiotte occasioni di visibilità e creazione di momenti di partecipazione.

Un Hangout on Air, in italiano Hangout in diretta, differisce da un semplice Hangout perché trasmesso anche su YouTube, sul canale collegato al profilo o alla pagina Google+ dal quale viene attivato.

Per effettuare un Hangout in diretta dobbiamo necessariamente aver collegato il canale YouTube a Google+. Scegliere la modalità On Air ci permette anche di incorporare il player di Hangout su una pagina del nostro sito, cosa che con un semplice Hangout non sarebbe possibile.

Hangout on Air è pubblico: è aperto a tutti, non solo a quelli che intervengono all’interno della videochiamata.

Ad un Hangout possiamo invitare tutte le persone che vogliamo ma gli effettivi partecipanti potranno essere solo 10, organizzatore compreso. Eccezion fatta per i possessori di account Google Apps for Business o Google Apps for Education, i quali potranno gestire una videochiamata con un massimo di 15 partecipanti. Le persone invitate a partecipare, profili o pagine Google+, riceveranno una notifica di Google+ e/o un messaggio nella chat.

Indispensabile da sapere su Hangout on Air

  • tutti possono effettuare un Hangout on Air a patto che abbiano verificato il canale YouTube tramite numero di telefono. Se ancora non l’hai fatto, puoi farlo qui;
  • è necessario che il canale YouTube collegato non abbia avvertimenti sul copyright;
  • ormai tutti i computer sono idonei alla trasmissione di un buon Hangout, ma per sicurezza puoi controllare i requisiti di sistema;
  • un Hangout on Air permette di registrare fino a 8 ore. Al termine sarà disponibile su Google+ ma anche come video sul canale YouTube collegato, dove sarà possibile modificare il titolo, assegnare una descrizione, dei tag ed un’anteprima personalizzata, esattamente come per qualsiasi altro video del canale;
  • Hangouts in HD: se possiedi la strumentazione adatta, puoi inviare e ricevere video in HD a 720p con Hangouts.

Creazione di un evento Hangout on Air

Il modo più semplice per tenere sotto controllo il nostro Hangout, promuoverlo e personalizzarlo, è quello di creare un evento associato. Attenzione perché per creare un evento associato ad un Hangout on Air e non semplicemente ad un Hangout, dovrai impostarlo da una pagina ben precisa. Vediamo insieme, passo passo, come fare.

avviare-hangout-in-diretta

  1. Andare sul menù laterale sinistro, quello a scomparsa, e cliccare sulla voce Hangout. Clicchiamo su Avvia Hangout in diretta.
  2. In corrispondenza della voce Inizia, selezionare Più tardi (questo ci permetterà di pianificare Hangout on Air in anticipo).
  3. Specificare data, ora e durata.
  4. Inserire un titolo e una descrizione (successivamente potrai aggiornare o correggere le informazioni, sia nel titolo che nella descrizione).
  5. Selezionare le cerchie o le persone specifiche da invitare a visualizzare l’evento Hangout on Air (riceveranno una notifica dell’invito).

creazione-evento-hangout

Una volta cliccato su condividi si creerà una pagina Evento.

Le persone che accettano di partecipare all’evento rispondendo di si all’invito, ritroveranno Hangout segnalato anche all’interno del loro Google Calendar.

Dopo aver creato l’evento potrai condividerlo sulla bacheca del tuo profilo o della tua pagina Google+.

La pagina Evento di un Hangout on Air

Dalla pagina Evento possiamo personalizzare Hangout e tenere sotto controllo adesioni e messaggi.

Nell’immagine seguente vengono evidenziate le varie possibilità.

pagina-evento-hangout-on-air

Come Trailer dell’evento puoi inserire sia un’immagine che un video di YouTube.

L’applicazione Domande&Risposte va abilitata prima dell’avvio di Hangout on Air, semplicemente cliccandoci su.

Per promuovere l’evento Hangout sugli altri social, via mail oppure all’interno del sito web, possiamo utilizzare il link pubblico che troviamo all’interno della pagina Evento. Immagina un bel banner sul tuo sito web che promuova con un’immagine efficace Hangout.

Per incorporare Hangout su una pagina del sito web, basterà incollare il codice iframe nell’HTML della pagina (esattamente come un video di YouTube).

Puoi inviare un messaggio a coloro che hanno risposto di si all’evento: potrebbe essere una buona idea per ricordare l’evento qualche giorno prima e fornire dei contenuti esclusivi. Puoi inviare un messaggio anche a chi ha detto di no o non ha risposto, ma utilizza questo strumento con cautela.

Dalla pagina evento potrai far partire Hangout nel giorno e l’ora prestabiliti, cliccando su Avvia.

Gestione di Hangout

All’interno di Hangout troverai diversi strumenti che ti aiuteranno a gestire le conversazioni e a rendere la trasmissione più interessante.

funzionamento-hangout

  • Chat interna: serve a comunicare via chat con gli altri partecipanti, in modo che il pubblico fuori non possa né sentire né vedere.
  • Condivisione schermo: molto utile in Hangout tecnici, serve a mostrare lo schermo di un partecipante che può così far vedere un documento, una pagina web, spiegare il funzionamento di un programma, etc…
  • D&R: consente di porre domande durante Hangout in diretta. Questa applicazione va attivata necessariamente prima dell’inizio di Hangout e funziona solo su Google+, non su YouTube.
  • Cattura schermo: per creare delle instantanee della trasmissione.
  • Cameraman: per scegliere se le nuove persone che partecipano a Hangout saranno “visibili” o “nascoste” per impostazione predefinita.
  • Regia: permette di controllare le persone che partecipano alla trasmissione, regolando volume e video degli ospiti in tempo reale. Se qualcuno si comporta in modo non appropriato, è possibile espellerlo da Hangout.
  • Effetti speciali: i simpatici clipart, cappellini e buffi occhiali, che puoi applicare ai partecipanti.

Policy: l’utente è responsabile di tutti i contenuti inclusi in ogni hangout in diretta che apre. Leggi tutti i Termini di servizio.

Hangout è uno strumento incredibile che prima non avevamo: all’inizio può spaventare ma in fondo è più semplice da utilizzare di quanto si possa pensare. Proprio la semplicità di utilizzo, insieme alla gratuità del servizio, lo rendono particolarmente appetibile per Brand e privati, per scopi promozionali o collaborativi.

Hangout restituisce una dimensione più umana alla comunicazione via web.

Comunicare via Hangout sta diventando sempre più frequente e divertente. La mia esperienza diretta è positiva: mi ha dato la possibilità di dialogare con più persone sentendole maggiormente vicine rispetto a una normale chat. Su YouTube è frequente organizzare eventi Live di tipo Hangout per conoscersi meglio sia fra YouTuber che con il pubblico. Cosa ne pensi di questo strumento? L’hai già provato?

16 Commenti “Hangouts on Air, Hangouts in diretta: come funzionano e come promuoverli con Google+?

Domenico
aprile 14, 2015 a 7:56 pm

Ciao, complimenti per questo fantastico blog! Puoi indicarmi come attivare la chat domande risposte su Youtube? Riesco a fare tutto, ma andando sul link dell’evento corrispondente a You Tube non riesco ad aprire la chat in alto a destra.. Grazie!

Rispondi
LaSeomante
luglio 5, 2015 a 1:07 pm

E c’hai ragione perché non è mica così intuitiva la procedura.
Devi creare la live tramite gli eventi di Google+ a attivare la app sotto al player nella pagina dell’evento, appena crei l’evento (quindi prima di farlo partire, anche giorni prima, così le persone potranno cominciare a lasciare le domande in anticipo e ti assicuro che è divertente!!!).

Rispondi
giorgio
febbraio 20, 2015 a 8:20 pm

ciao,volevo chiederti come posso far sentire agli spettatori l’ audio del gioco/musica =(

Rispondi
LaSeomante
febbraio 27, 2015 a 7:34 pm

Ciao Giorgio, purtroppo non so risponderti. Mi dispiace 😉

Rispondi
salvatore
febbraio 19, 2015 a 11:10 am

Buongiorno Seoamante e grazie per questa condivisione molto utile. Infatti io sto cercando di capire come funziona, molto carina e il countdow di youtube:-) Ti faccio una domanda ma registra in automatico l’evento? Opuure bisogna editarlo con qualche software? Un abbraccio e grazie:-)

Rispondi
LaSeomante
febbraio 27, 2015 a 7:35 pm

no, lo registra in automatico, tranquillo… eventualmente dopo, se hai bisogno di fare qualche modifica puoi editarlo direttamente dentro Youtube con https://www.youtube.com/editor

Rispondi
Francesco Di Pietro
maggio 10, 2014 a 2:06 pm

Ciao LaSeomante e grazie delle informazioni!
Qui sopra ho letto che ad ub hangout possono partecipare fino a 10 utenti.
Vale anche per l’hangout OnAir?
Lo chiedo perché devo organizzare un evento in diretta e vorrei che partecipassero tante persone.
Grazie :-)

Rispondi
LaSeomante
settembre 3, 2014 a 6:05 pm

Ciao Francesco,
mi dispiace per il ritardo della risposta.
Il limite di 10 persone è sempre valido ma si riferisce alle persone che “fisicamente” partecipano alla videochiamata. Mentre il numero di persone che possono guardare da fuori può arrivare a molto di più.
Ciao e buon lavoro,
Anna

Rispondi
giuseppe russo
marzo 10, 2014 a 2:02 pm

ciao a tutti, sono nuovo di questo canale, mi sono imbattuto in g hangout, ho provato a fare qualche provo ma la mia difficolta sta nel far sentire i video di youtube che inserisco nella diretta, si vedono ma non si riesce ad ascoltarli, devo installare qualcosa per farli sentire come li ascolto io?…il mio sistema e’ w7 e’ l’ascolto di cio’ che faccio e’ in cuffia, devo premere il mic e togliere le cuffie per far si che ascoltano anche quelli che seguono la diretta e non son stati invitati?…grazie

Rispondi
LaSeomante
marzo 12, 2014 a 12:16 pm

Ciao Giuseppe,
purtroppo l’app di YouTube funziona solo con i partecipanti alla videochiamata, coloro che guardano da fuori, gli spettatori, non possono sentire i video.
A.

Rispondi
Ivano Bellini
febbraio 20, 2014 a 9:54 pm

Intendo la vendita di gioielli in diretta, ho visto che Youtube non consente di promuovere (vendere?) beni regolamenasti come farmaci, alcolici, tabacco, fuochi d’artificio, armi o dispositivi sanitari o medici, oppure servizi come quelli per le escort…quindi sarei a posto.
Per farmi contattare basta Skype e i commenti sotto il video, perchè sotto al video ci saranno i commenti no!?…o no?

Rispondi
LaSeomante
febbraio 22, 2014 a 6:40 pm

Potresti innanzitutto inserire il link nella descrizione, se poi ospiti l’hangout sul tuo sito (come un video di YouTube embeddato) hai molte più possibilità di personalizzazione. Una volta che l’hangout on air è concluso, da YouTube puoi aggiungere anche delle annotazioni che linkino il tuo sito web oppure aggiungere con le annotazioni recapiti, skype o altro, per contattarti :)

Rispondi
Ivano Bellini
febbraio 18, 2014 a 10:43 pm

brava seomante, ottima spiegazione! Mi potresti dire se con questo tipo di diretta video è possibile vendere al dettaglio come in TV !?

Rispondi
LaSeomante
febbraio 19, 2014 a 8:47 am

Ciao Ivano,
che intendi per vendere al dettaglio? Una sorta di televendita online?
Puoi presentare i tuoi prodotti ma poi tocca che tu invii, tramite un link, le persone su una pagina che permetta loro di contattarti per l’acquisto. Oppure, proprio come una televendita, puoi comunicare un numero di telefono da contattare. Io credo che non ci debbano essere problemi ma per sicurezza leggi https://www.google.com/+/policy/hangoutsonair.html

Rispondi
Stefano Giovannelli
febbraio 18, 2014 a 11:31 am

E’ possibile trasmettere da uno smartphone ?

Rispondi
LaSeomante
febbraio 22, 2014 a 6:48 pm

Si, dovrebbero esserci anche delle App specifiche o lo puoi far partire dalla App di Google+.

Rispondi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONDIVISIONI