Il nuovo YouTube: cosa devi sapere per promuovere i tuoi video nel 2013

Nel 2012 YouTube ha apportato due importanti cambiamenti – il restyling e l’aggiornamento dell’algoritmo per il ranking nei risultati – che ne hanno modificato profondamente l’esperienza, sia per gli utenti in cerca di video sia che per coloro che usano YouTube per caricare e promuovere i propri contenuti multimediali.

Perché?

Innanzitutto si è avuto un aggiornamento dell’algoritmo che ora considera il tempo trascorso dagli utenti a guardare il video un’importante fattore per il posizionamento. Significa che gli YouTuber devono utilizzare tutti gli espedienti possibili per mantenere alta l’attenzione degli utenti fino alla fine del video: quindi basta con le miniature accattivanti inserite all’interno di video di scarsa qualità solo per attirare views, basta con metodi scorretti di aumento delle visualizzazioni, basta pensare che su YouTube si possa eludere dal creare video di qualità e conquistare una qualche posizione privilegiata solo perché abbiamo tante views.

Cosa possiamo fare per ottimizzare il tempo di visualizzazione?

  • Utilizzare in maniera intelligente le annotazioni per rendere il nostro video più coinvolgente
  • Tagliare dove non serve, riuscendo così a fornire un video che vada al sodo e non annoi il pubblico
  • Imparare dai video già pubblicati dove sbagliamo e dove sta funzionando, utilizzando di più l’Analytics di YouTube (in particolare, per monitorare la soglia di attenzione del nostro pubblico, abbiamo a disposizione la scheda Fidelizzazione del pubblico)

Vi linko la sezione “Conquista il tuo pubblico” dell’ultimo Playbook rilasciato da YouTube, dove vengono mostrati tutta una serie di tips per mantenere l’attenzione del pubblico alta.

Parliamo di iscrizioni

Il nuovo YouTube mette al centro della strategia non solo il video ma tutto il canale nell’ottica di offrire all’utente un’esperienza della visione dei video sempre più contestualizzata all’interno di contenitori ben riconoscibili e trattenere l’utente sulla piattaforma. Infatti l’intento del big del video sharing di incentivare le iscrizioni, con questa nuova grafica è ancora più evidente: un counter sempre presente vicino al tastino “Iscriviti” ci notifica il numero di iscritti del canale ed invoglia anche noi ad iscriverci.

Così da luogo di “ricerca e scoperta” – da fruizione occasionale – YouTube si trasforma in un vero e proprio contenitore di prodotti “familiari” che l’utente seleziona e cura con particolare attenzione, attraverso diversi strumenti per la gestione delle iscrizioni che prima mancavano:

  • gestione dalla Guida (la sidebar sinistra della home page): da qui ci vengono notificati i nuovi caricamenti delle nostre iscrizioni…
  • scheda “Gestisci iscrizioni”: ci permette di scegliere per quali iscrizioni non vogliamo che ci vengano mostrate in home page anche le attività diverse dai caricamenti (likes, aggiunte a playlist, commenti…); presente anche un’opzione per richiedere che per un determinato canale ci venga inviata una mail al caricamento di un video.
  • scheda “Iscrizioni” nella gestione video

L’idea di coltivare una base di iscritti e fidelizzare quindi il nostro pubblico, deve entrare a far parte di tutti i nostri progetti su YouTube: abbandoniamo l’idea che le views da sole bastino! Ci vuole interazione 🙂

Per aumentare gli iscritti al canale YouTube, in questo articolo vi propongo due semplici strumenti che potete cominciare subito ad usare: il popup ed il badge.

Anche le annotazioni ci permettono di espandere il nostro pubblico. Scopri come inserire il link per l’iscrizione al canale direttamente all’interno del video.

Inoltre vi consiglio di leggere la sezione “Esperienza sul canale” del Playbook, che contiene tutta una serie di raccomandazioni per creare un’esperienza completa e soddisfacente del vostro canale.

Promuovi, promuovi, promuovi

Utilizza la Programmazione InVideo (potete impostarla da qui), una delle novità più curiose introdotte nel corso del 2012 che già molti canali stanno utilizzando: permette di mettere in primo piano, in tutti i nostri video, sia il logo del canale che un video selezionato. Nel caso del logo, cliccandoci su, l’utente verrà portato sulla pagina del canale. La finalità della Programmazione InVideo è quella di aumentare l’interazione con il canale e fornire uno strumento di promozione, ad esempio, per l’ultimo video pubblicato che, se selezionato, comparirà come link su tutti i video del nostro canale.

Ecco come YouTube ci consiglia di utilizzare la Programmazione InVideo:

Crea un piano di promozione per il tuo canale, aggiornando regolarmente il contenuto da promuovere.
Promuovi i nuovi video quando vengono caricati indirizzando tutti gli spettatori del tuo canale al nuovo contenuto.
Imposta l’ora di inizio e la durata del video in modo da non distrarre lo spettatore.

I Social amano i video

A partire dagli Hangouts fino all’annunciata possibilità di collegare le pagine business di Google Plus ai canali aziendali su YouTube, l’integrazione tra i due social rivela un’attenzione sempre maggiore di YouTube verso le interazioni con il pubblico sia all’interno che all’esterno di YouTube.

Nella sezione Social Media del Playbook ci vengono fornite molte indicazioni interessanti su quello che YouTube si aspetta:

Sfrutta altri social media per aumentare le visualizzazioni sul tuo canale e per interagire con il pubblico in nuovi modi.
I social media sono un ottimo modo per trasformare i tuoi fan in alleati “social” che ti aiuteranno a trasmettere i tuoi contenuti sulle loro reti personali.
I creativi devono avere una presenza su Facebook per i loro canali YouTube. Facebook è un ottimo strumento per interagire con i tuoi fan in modi diversi e può indirizzare gli spettatori sul tuo canale YouTube.
Sapevi che ogni minuto vengono condivisi su Twitter 700 video di YouTube? Twitter è un altro strumento per interagire con i tuoi fan in modo colloquiale.

Con il nuovo YouTube è stato infatti semplificato il processo di condivisione di un video da YouTube ai social collegati, rendendolo possibile fin dal momento del caricamento e personalizzabile con un testo dedicato. Di questo si è parlato anche nel Forum GT, cercando di trovare delle valide motivazioni per collegare YouTube agli altri social come Facebook e Twitter.

Google Plus è il migliore amico (social) di YouTube

Ad oggi il collegamento dell’account di YouTube con Google Plus è utilizzato da molti utenti che vedono il loro canale YouTube aumentare di autorevolezza se collegato al profilo Google Plus ufficiale: credo che risulti anche più comodo per gli aspetti di login e condivisione. Da poco poi sono comparsi i video di YouTube nella scheda video di Google Plus.

Sempre nella sezione Social Media del Playbook, viene ribadita l’importanza di Google Plus:

I creativi dovrebbero creare una pagina o un profilo Google+ per interagire con i fan e con gli altri creativi di YouTube. Google+ ti consente di organizzare le persone in “cerchie” differenti per aiutarti a guidare le tue interazioni e a personalizzare il tuo coinvolgimento in base alle esigenze o agli interessi specifici di una cerchia. Non solo puoi condividere video e altri media, ma puoi interagire direttamente con il tuo pubblico negli hangout di Google e trasmettere hangout in diretta sul tuo canale YouTube tramite hangout in diretta di Google+.

Una delle feature più attese in questo 2013 è sicuramente il collegamento della pagina business di Google Plus con un account YouTube, infatti ad oggi è possibile collegare solo i profili personali. Ciò porterà alle pagine diversi vantaggi, in particolare:

  1. avere i video caricati nel canale di YouTube nella scheda video di Google Plus (Approfondimento)
  2. fare hangout e live streaming in maniera ufficiale su entrambi i social
  3. avere più amministratori dell’account YouTube

VIDEO-GUIDA: come trasmettere in diretta sul canale YouTube da una pagina di Google Plus.

Dai più vita al tuo canale con le Playlist

Un’altra importante lezione da tenere a mente in questo 2013! YouTube vuole che le playlist diventino sempre più utilizzate: ci mettiamo davanti allo schermo, selezioniamo una playlist e ci facciamo guidare dalla selezione di video già bella e pronta, preparata da noi o per noi. Ma ci sono almeno tre buoni motivi per creare delle playlist di qualità per il vostro canale:

  1. tematizzerete il canale con l’argomento da voi trattato;
  2. la cura nella selezione dei video vi farà acquisire autorità e competenza nel vostro settore;
  3. migliorerete il posizionamento dei vostri video e del vostro canale!!! (Leggi qui come fare);
  4. aumenterete gli iscritti.

Le playlist sono un ottimo modo per entrare nella prima pagina dei risultati di YouTube anche per parole chiave competitive. Inoltre ci permettono di ampliare il nostro pubblico, arrivando a nuovi utenti anche con video che non sono nostri: il tastino iscriviti presente nella pagina di visualizzazione della playlist semplifica il processo di iscrizione.

Per sfruttare al meglio questo strumento ti consiglio di leggere l’articolo Playlist per fare internal linking dove viene spiegato anche come ottimizzare una playlist.

Il potere dei Link

Come anticipato dalle Playlist, possiamo fare linking interno su YouTube ottenendo dei benefici di posizionamento nei risultati di ricerca. Allora cosa aspettate? Non perdete l’opportunità di linkare nelle descrizioni dei video, i vostri video più importanti oppure video dello stesso argomento!

VIDEO-GUIDA: scopri come creare una valida descrizione per i tuoi video, con link e call-to-action efficaci.

Sottotitoli e HD

Non sono assolutamente cose nuove, anzi credo che siano stati i protagonisti del 2012 ma in questo 2013 le novità sono tante e sono altre! Inserisco comunque alla fine di questo articolo anche i sottotitoli e l’HD perché nonostante i benefici che si possono ricavare dal loro uso sono stati più e più volte pubblicizzati, mi sembra che l’abitudine di caricare le trascrizioni ed i video in HD abbia ancora delle difficoltà a diffondersi. Entrambi, sia i sottotitoli che l’HD, aiutano i video a posizionarsi meglio nei risultati di ricerca di YouTube, aumentando anche la possibilità che l’utente clicchi sul nostro video :-). In poche parole: un’occasione da non perdere!

Se volete approfondire l’argomento sottotitoli/trascrizioni questa è la discussione che fa per voi: Differenza fra sottotitoli e trascrizioni su YouTube.

Inoltre, solo qualche mese fa, è stato rilasciato proprio dentro YouTube uno strumento per la creazione automatica dei vostri sottotitoli: ci saranno degli errori, ma potrete correggere facilmente le parole non tradotte correttamente. A questo indirizzo ti viene spiegato il funzionamento.

Per finire

Una conclusione fresca fresca presa in prestito da Business2Community:

Similar to how popular and trusted blogs rank highly in search results, users and channels that draw a lot of subscriptions and likes receive much greater SEO benefits.

Quindi, come nella vita bisogna investire nelle relazioni per essere circondati da persone che ci capiscono e ci rispettano, così su YouTube i tuoi video ed il tuo canale non riusciranno ad ottenere visibilità e successo senza una community che li supporti e li diffonda in maniera spontanea nel web. Poi ricordiamoci sempre di chiedere, senza essere timidi:

Vuoi rimanere aggiornato sui miei video? Iscriviti al mio canale!

Il video ti è piaciuto? Allora metti mi piace e condividilo con i tuoi amici.

Lasciami dei commenti. Ti risponderò 🙂


Warning: array_filter() expects parameter 1 to be array, string given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 925

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 1007

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 1007

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 1007

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.tuttosuyoutube.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-memberships/includes/frontend/class-wc-memberships-posts-restrictions.php on line 1007

13 Commenti “Il nuovo YouTube: cosa devi sapere per promuovere i tuoi video nel 2013

Fabrizio Sevollai
luglio 27, 2013 a 9:45 am

Ciao Anna, ti ringrazio qui anche per tutte le altre risposte. Sono andato a vedermi qualche video del Seomante Canale e ho iniziato a fare delle piccole prove con il mio Mac (cose terribili…). Ben!
A presto allora.
Ciao, ciao!
Fabrizio

Rispondi
Fabrizio
luglio 15, 2013 a 4:53 pm

Conosciuta sul forum di Giorgio, ecco il mio prossimo riferimento per il Video marketing! A breve mi attiverò con un po’ di domande per la Seomante. Al momento non posso che apprezzarne la chiarezza. A presto.
Fabrizio

Rispondi
LaSeomante
luglio 24, 2013 a 6:39 am

Ciao Fabrizio,
grazie mille, sei gentilissimo,
ho risposto dal commento più recente a quello più vecchio e senza saperlo ti ho già consigliato un po’ di discussioni del forum GT.
Ci vediamo anche lì allora,
Ciao,
Anna

Rispondi
Christian
luglio 1, 2013 a 9:29 pm

Ottimo post. Non è facile imbattersi in articoli ben scritti ma soprattutto interessanti. Grazie!
Christian

Rispondi
giorgia
giugno 4, 2013 a 4:10 am

Ciao Anna,
innanzittutto complimenti: tanti contenuti utili e interessanti !

ho una domanda da farti: vorrei che chi vedesse i video che ho caricato sul mio canale li guardasse sempre in hd.

Io li ho caricati in qualità hd (a finaco dei video c’è il simbolino dell’hd), ma c’è un modo, un’impostazione, che faccia si che l’utente di default li possa guardare in hd ?

grazie mille !

Rispondi
LaSeomante
giugno 4, 2013 a 7:15 am

Ciao Giorgia, grazie mille per i complimenti, gentilissima 🙂
Se i video da te caricati sono in HD, gli altri utenti quando li riproducono li vedranno in HD se hanno impostato l’HD come standard nella riproduzione dei video.
Se vai in > Impostazioni YouTube > Riproduzione (http://www.youtube.com/account_playback), ti viene chiesto di scegliere la qualità di riproduzione del video. Quindi alla tua domanda devo rispondere che purtroppo no: è l’utente a determinare se la visione del video avverrà in HD o ad altra risoluzione.

Ciao,
a presto,
A.

Rispondi
giorgia
giugno 4, 2013 a 3:14 pm

Grazie Anna !

nonostante la brutta notizia (è l’utente a determinare se la visione del video avverrà in HD o ad altra risoluzione.)
ho finalmente trovato una risposta definitiva alla mia domanda !

a presto !
G.

Rispondi
Lorenzo
maggio 12, 2013 a 4:39 pm

Ciao e complimenti sia per il canale che per il sito che seguo da poco ma che già mi piace molto.

Volevo chiederti:
Purtroppo il mio canale non ha una buona reputazione ( http://www.youtube.com/account_features / http://imageshack.com/photo/my-images/94/repitazione.png/ ) per dei video che ho caricato molto tempo fa, quando ero ancora un bambino, che ha YouTube “non sono piaciuti”.
Volevo chiederti: siccome mi sto impegnando molto su youtube caricando minimo 1 video ogni 3 giorni, la mia reputazione migliorerà o rimarrà per sempre così?

Rispondi
LaSeomante
maggio 28, 2013 a 9:22 am

Ciao Lorenzo,
dipende se hai rimosso il video che ti ha causato la cattiva reputazione.
Trovi alcune indicazioni utili in questa discussione sul forum alla quale se ti va puoi partecipare 😀

http://www.giorgiotave.it/forum/youtube/204516-riavere-una-buona-reputazione.html

ciao,
A.

Rispondi
frasi d'amore
febbraio 24, 2013 a 7:51 pm

complimenti per il tuo blog… oltre ad essere scritto molto bene da dei consigli utili su come usare al massimo youtube

Complimenti e continua così

Rispondi
LaSeomante
maggio 28, 2013 a 9:21 am

Ciao Frasi d’amore,
se gentilissimo 😀

A presto e buona giornata,
A.

Rispondi
LaSeomante
gennaio 28, 2013 a 9:09 am

Ciao Francesco,

apprezzo molto i tuoi complimenti, questo blog mi sta appassionando sempre di più e mi fa felice sapere che mi seguirai 😉

Aggiungo volentieri alla lista

– progetto, quindi una chiara pianificazione video.
– YouTube suggest che influenza le ricerche e ci fa scoprire i temi più cercati dagli utenti.

Entrambi meriterebbero un post ad hoc.

Visto che hai parlato del “suggeritore”, c’è uno strumento on line che permette proprio di ricavare tutti i suggest di YouTube data una determinata parola. E’ fortissimo: io lo adoro. Se non dovessi conoscerlo, te lo metto qui poiché potrebbe piacerti giocarci un pò 😉

http://www.keywordbuzz.net/

Ciao Francesco,
a presto,

A.

Rispondi
web marketing Doc
gennaio 27, 2013 a 6:47 pm

Carissima Anna,
innanzi tutto ti voglio fare i complimenti per l’impostazione di questo blog che ti proietta di diritto tra i miei preferiti.

Detto questo sono assolutamente d’accordo con le tue indicazioni per l’ottimizzazione dei video, aggiungerei forse banalità che hai dato per scontate come il non sottovalutare “il progetto”, perché anche per i video esiste un piano editoriale che va organizzato per risuonare con il pubblico di riferimento nei modi e nei tempi giusti. Infine mai sottovalutare l’utilizzo del “suggeritore” di Youtube che come quello di Google ha il potere di influenzare le ricerche degli utenti.

In conclusione spero di incontrarti un giorno per chiacchiere e convivialità varie.

Francesco 🙂

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

CONDIVISIONI