Integrare canale YouTube e sito web: 5 risposte alle tue domande

Integrare canale YouTube e sito web: 5 risposte alle tue domande

In questo articolo voglio toccare cinque importanti questioni che interessano i proprietari di un canale YouTube che hanno un sito web o un blog dove pubblicano i loro video.

1. Come ottimizzare il canale YouTube e il sito web?

O sarebbe ancora più giusto formulare la domanda così: come sfruttare al meglio il blog per embeddare i video di YouTube e quindi far raggiungere ai video più visualizzazioni?

Quello che propongo è di puntare ad ottimizzare il video di YouTube e la pagina del blog che contiene questo video per keyword differenti, di modo che i due riescano a conquistare quante più posizioni possibili sia all’interno del motore di ricerca di YouTube che di Google. Quindi potenziare la strategia di ottimizzazione cercando di intercettare quante più ricerche possibili attraverso la differenziazione e la moltiplicazione delle keyword.

Facciamo un esempio. Cercando su Google o su YouTube “badge di youtube” sono riuscita a posizionare il mio video ma nella pagina del blog che contiene il video ho cercato di includere anche altre parole chiave come “Widget YouTube” e “Pulsante YouTube”. Inoltre, come si vede nell’immagine, il video è stato ottimizzato anche in relazione alla frase chiave “aumentare gli iscritti” che contribuisce a portare visualizzazioni al video, anche come video correlato ad altri video – mentre nella pagina web le parole “Badge” e “Widget” sono state associate alla frase “da inserire nel sito web”. Ho inoltre creato una seconda pagina dedicata esclusivamente alla parola “Pulsante YouTube”.

integrare-blog-canale-youtube

sito-web-canale-youtube

Ovviamente tutte le strategie sono percorribili, dipende molto dall’argomento dei tuoi video, ma puoi scoprire nuovi termini utilizzati dal tuo pubblico per cercare i tuoi contenuti attraverso gli strumenti per le parole chiave: e se quelli dedicati ai video non dovessero essere sufficienti ad individuare delle nuove parole chiave, non esitare ad utilizzare anche lo strumento per le parole chiave di Google.

2. Come far iscrivere i visitatori del sito al canale YouTube?

Qui la risposta è molto semplice: basta appunto inserire nel proprio sito web o blog, il widget per l’iscrizione al canale YouTube. Di recente ne è stato creato uno nuovo che si adatta molto bene sia a degli sfondi chiari che scuri: l’utente non dovrà abbandonare la pagina del tuo sito ma gli basterà cliccare sul pulsante ed automaticamente verrà iscritto al tuo canale.

Il widget è il seguente, clicca su “YouTube” per fare una prova ed iscriverti al mio canale.

Per configurare il tuo widget puoi recarti a questo indirizzo e se incontri delle difficoltà puoi consultare questa piccola guida.

3. In quale altro modo posso integrare il canale all’interno del sito web?

tubepress-pluginDopo aver effettuato gli embed nelle pagine pertinenti ed aver inserito il widget per l’iscrizione in una parte del sito web sempre visibile, come l’header, il footer o la sidebar, quello che ti resta da fare è creare una sezione video all’interno del sito web. A seconda della piattaforma utilizzata per la realizzazione del sito potrai trovare plugin e soluzioni differenti. Nel mio sito web, realizzato in WordPress, ho creato una sezione video con l’aiuto di un plugin; successivamente ho creato nel menù del sito web la voce “Video”. Per visualizzare l’esempio di galleria video clicca qui.

Il plugin per WordPress che ho utilizzato si chiama Tubepress ed è molto semplice da installare e settare. Potrebbe però succedere che il plugin vada in conflitto con il tema così da non essere visualizzato correttamente. In questo caso ci sono due soluzioni: o si modifica il tema di modo da risolvere il conflitto, oppure si fanno delle prove con degli altri plugin finché non si trova quello che si integri nel migliore dei modi con il nostro sito web. Come chiave di ricerca potete utilizzare “YouTube gallery” oppure “Video gallery”.

In alternativa oppure in aggiunta alla sezione video, è possibile inserire gli ultimi video del canale nella sidebar. Anche a questo scopo si possono trovare degli ottimi plugin: io consiglio YouTube Sidebar Widget.

4. E da YouTube come posso indirizzare il pubblico al sito web?

A questo scopo ci sono diverse soluzioni: puoi inserire il link nella copertina del canale di modo che sia immediatamente visibile ad ogni visitatore come nell’esempio seguente (freccia gialla).

canale-youtube-integrazione

Per ottenere questo effetto, cioè avere il sito web come link in evidenza sulla copertina (nel mio caso il link è “La guida sul mio blog”), bisognerà inserire il link desiderato come primo link nella scheda informazioni del canale.

Non dimenticare di inserire il link al sito web anche nella descrizione del video. Se lo inserisci come primo elemento della descrizione, il link sarà più efficace.

Inoltre possiamo creare delle annotazioni all’interno del video che indirizzo lo spettatore sul nostro sito web: questa funzione prima era riservata solamente ai partner di YouTube, ma da poco è stata resa disponibile per tutti gli account che godano di una buona reputazione – senza distinzione nel numero di iscritti oppure di visualizzazioni. La creazione di link al proprio sito web richiede l’associazione del sito web al canale YouTube tramite il Google Webmaster Tools, uno strumento gratuito di Google riservato ai proprietari di siti web. Dopo aver effettuato il collegamento avremo a disposizione due nuove tipologie di link per le annotazioni: “Sito web associato” e “Merchandising”.

La prima ci permette di linkare il sito web che abbiamo collegato al canale YouTube: non solo l’home page ma anche le pagine interne. La seconda invece è un’opzione interessante per i canali che non hanno una propria piattaforma di vendita ma si appoggiano a servizi terzi, come iTunes, Google Play, Shopify, per vendere musica, ticket, gadget, opere e prodotti. Un elenco completo delle piattaforme riconosciute da YouTube e quindi liberamente linkabili tramite le annotazioni è disponibile nella guida ufficiale sulle annotazioni per il merchandising.

Alla fine del seguente video puoi vedere concretamente come funzionano le annotazioni verso una pagina interna di un sito web.

Mentre all’interno di questa discussione puoi vedere spiegato nel dettaglio il procedimento per associare un sito web ad un canale YouTube, indispensabile per avere le annotazioni esterne.

Quindi ricapitolando, puoi indirizzare il pubblico di YouTube al sito web tramite 3 strumenti:

  • link nelle informazioni;
  • link nella descrizione dei video;
  • annotazioni esterne.

5. Utilizzare l’embed di YouTube oppure no?

A seconda delle tue necessità potrà risultare più opportuno scegliere di utilizzare il codice di embed di YouTube oppure optare per una soluzione personalizzata attraverso l’installazione di un plugin come JW Player che ti permetterà di usufruire di funzionalità aggiuntive. Uno dei maggiori vantaggi derivanti dall’utilizzo di un player personalizzato era quello di poter indicare un’anteprima personalizzata per il video, ma da poco YouTube ha reso questa funzionalità disponibile per tutti gli account in buono stato e quindi avere una miniatura personalizzata non è più una possibilità esclusiva dei partner di YouTube. Un altro motivo potrebbe essere quello di creare un player che risulti graficamente più piacevole e adatto al nostro sito: con JW Player ed altri plugin adibiti a questo scopo possiamo infatti avere player colorati, possiamo decidere dove far apparire la barra delle funzioni ed inserire metadati aggiuntivi al nostro video.

Se non hai esigenze particolari ti consiglio il player di YouTube: Google favorisce le pagine web che includono video provenienti dalla propria piattaforma di video sharing. Eppure dal punto di vista SEO, la scelta di un player personalizzato potrebbe portarti dei vantaggi come far apparire l’anteprima del video nel risultato di ricerca di Google. A tal proposito ti consiglio di consultare l’ottimo articolo di Tuttowebvideo: Video SEO e WordPress: Video Embedded Nella Universal Search (video rich snippets).

Ti indico inoltre altre risorse utili:

Altri consigli?

Assicurati che i video incorporati nelle tue pagine web vengano ridimensionati quando si visualizza il sito da mobile: per scoprire come rendere i video responsive puoi consultare questa piccola guida, oppure se utilizzi WordPress puoi installare il plugin Responsive Video Light.

Un altro accorgimento è quello di implementare l’Open Graph di Facebook nelle tue pagine web: questo ti permetterà di aumentare le visualizzazioni del tuo video perché nel momento in cui un utente condividerà il link di una pagina del tuo sito contenente un video, il post che sarà creato su Facebook conterrà automaticamente anche il video e quindi potrà essere visualizzato dai suoi amici all’interno di Facebook. Se avrai implementato correttamente il codice, questo si verificherà anche quando l’utente cliccherà “Mi piace” sulla pagina. Una maniera semplice per implementare il codice con WordPress è quella di installare il plugin NextGEN Facebook Open Graph.

Per vedere concretamente questa tecnica in azione prova a condividere il link su Facebook. Oppure puoi cliccare “Mi piace” e poi controllare in basso a sinistra nel tuo stream di Facebook, alla voce “Attività recenti” (clicca su “Commenta” per vedere come i tuoi amici visualizzeranno la tua attività).

Hai altre domande sull’integrazione tra sito web e YouTube? Lasciamele nei commenti e ti risponderò ;)

Un’immagine per memorizzare e condividere meglio.

integrare-youtube-sito-web

Adesso scrivi tu

Commenta effettuando il login con:
comment-avatar

*